Dott. Paolo Boidi

m e d i c o c h i r u r g o

 

 

 

Tossina botulinica

 

 

 

Che cos'è la tossina botulinica?

La tossina botulinica è un farmaco che permette di inibire temporaneamente l'azione dei muscoli mimici del volto riducendo la formazione delle rughe da espressione.
Esistono sette tipi di neurotossina botulinica (A, B, C1, D, E, F e G) derivati da ceppi del batterio Clostridium Botulinum selezionati in laboratorio.
Quelli utilizzabili nell'uomo e presenti attualmente in commercio sono il tipo A (Vistabex, Vistabel, Botox, Botoxin, Dysport) e il tipo B (Myobloc e Neurobloc).
Inizialmente la tossina botulinica venne utilizzata in medicina per prevenire gli spasmi neuromuscolari delle palpebre e per correggere lo strabismo, ma a partire dal 1987 cominciò ad essere utilizzata negli Stati Uniti anche nell'ambito della chirurgia estetica.
In Italia l'uso della tossina botulinica è stato autorizzato dal Ministero della Sanità nel 2004 limitatamente ad un solo tipo di farmaco che si chiama Vistabex (in Italia), Botox (negli Stati Uniti) o Vistabel (in Francia), e solo per il trattamento delle rughe glabellari in pazienti di età non superiore ai 65 anni a condizione che il preparato venga iniettato da uno specialista in chirurgia plastica, dermatologia, neurologia o chirurgia maxillofacciale.

 

 

Per chi è indicato questo tipo di trattamento?

La tossina botulinica è indicata per il trattamento delle rughe da espressione (dinamiche) della parte superiore del volto (fronte e regione perioculare), anche se il farmaco è stato approvato unicamente per il trattamento delle rughe glabellari (cioè delle rughe che si formano tra le sopracciglia).

 

 

La tossina botulinica può essere utilizzata anche per ridurre l'eccessiva sudorazione?

Si. Un'altra importante indicazione all'uso della tossina botulinica è la "iperidrosi", ovvero l'eccessiva sudorazione ascellare, alle mani o ai piedi che può essere efficacemente eliminata con questo trattamento.

 

 

Esistono limiti di età per sottoporsi al trattamento?

L'uso della tossina botulinica è sconsigliato nei pazienti con meno di 18 o con più di 65 anni e nelle donne in gravidanza.

 

 

Chi è autorizzato ad utilizzare la tossina botulinica?

Il Ministero della Sanità ha autorizzato l'uso della tossina botulinica solo da parte dei medici chirurghi specialisti in chirurgia plastica, dermatologia, neurologia e chirurgia maxillofacciale.

 

 

Come viene utilizzata la tossina botulinica in chirurgia estetica?

La tossina botulinica viene iniettata in piccolissime dosi nelle regioni interessate mediante una siringa dotata di un ago sottilissimo.

 

 

Che tipo di anestesia viene praticata?

Il trattamento con la tossina botulinica non richiede alcun tipo di anestesia essendo praticamente indolore.

 

 

Dove vengono fatte le iniezioni?

Le iniezioni di tossina botulinica vengono effettuate all'interno dei muscoli mimici e non lasciano alcun segno visibile.

 

 

Quanto dura il trattamento?

Il trattamento con la tossina botulinica è reversibile, dura pochi minuti e non lascia postumi visibili che possano impedire l'immediata ripresa delle attività quotidiane. Questo spiega il grande successo e la rapida diffusione in campo estetico di questo nuovo trattamento.

 

 

Che tipo di risultato si può ottenere con questo tipo di trattamento?

La tossina botulinica, inibendo temporaneamente l'azione dei muscoli mimici del volto, consente di ridurre la formazione delle rughe da espressione.
L'effetto di rilassamento dei muscoli mimici e di attenuazione delle rughe inizia dopo circa 4 giorni dal trattamento e dura circa 4-6 mesi, dopodichè è possibile ripetere il trattamento periodicamente.
Il risultato estetico nelle regioni trattate è talmente soddisfacente che la tossina botulinica in questi ultimi anni ha praticamente sostituito l'intervento chirurgico di lifting della fronte.

 

Nel caso desideraste approfondire ulteriormente l'argomento vi consigliamo di visitare le pagine delle FAQ relative alla tossina botulinica ed alla riduzione delle rughe , dove potrete trovare le risposte alle domande più frequentemente poste dai pazienti.

 

 

 

 

 

Dott. Paolo Boidi

m e d i c o c h i r u r g o

m e d i c i n a

e s t e t i c a

Cellulite e Adiposita localizzata

La celulite è una patologia che interessa il 95% delle donne e si

ripercuote sulla qualità della vita delle pazienti che ne soffrono,

soprattutto per motivi estetici.

Scientificamente si chiama pannicolopatia edemato-fibrosclerotica o

PEFS.

La cellulite comporta una marcata alterazione della struttura del tessuto

connettivo-adiposo sottocutaneo che evolve nel tempo in diversi stadi:

Il primo stadio detto edematoso è caratterizzato dalla presenza di tossine

e liquidi ristagnanti che non riescono essere espulsi; la pelle si presenta

al tato tesa e gonfia.

Il secondo stadio è detto fibroso perche attorno alle cellule adipose mal

funzionanti si comincia a formare un tessuto duro che determina i piccoli

noduli tipici della pelle "a buccia d'arancia".

Nel terzo stadio, infine, l'attivita delle cellule è compromessa e la pelle si

presenta fredda, con grossi noduli spesso dolorosi.

L'adiposità localizzata si caratterizza per la presenza di tessuto adiposo

in eccesso in poche aree ben definite del corpo: regione trocanterica,

fianchi, interno coscia,ginocchio, braccia, addome.

Per eliminare questi inestetismi è necessario agire su due fronti: ridurre i

cuscinetti di cellulite con un trattamento mirato ed efficace e

contemporaneamente agire sulle cause che li determinano come una

alimentazione sbagliata, vita sedentaria, cattiva circolazione venosolinfatica,

eccesso di sostanze tossiche, contraccettivi ormonali.

Mesoterapia Omeopatica

Consiste nell'iniettare nel derma un coktail di medicinali omeopatici, nelle

zone cellulitiche e in specifici punti di agopuntura.

Indicazioni:

cellulite, insufficieza venosa, insufficienza linfatica.

Controindicazioni:

nessuna

Effetti collaterali:

nessuno salvo rare ecchimosi

I medicinali utilizzati consentono:

drenaggio del connettivo con rimozione delle tossine dal derma,riattivazione

della circolazione venosa e arteriosa, riattivazione della circolazione

linfatica,aumento della lipolisi,drenaggio epatico e renale,

drenaggio cutaneo.

Il numero di sedute varia da 8 a 12 a seconda dello stadio, i risultati si cominciano

ad apprezare in genere dalla terza seduta..

 

 

Acido Jaluronico

La pelle giovane contiene quantità elevate

di acido jaluronico che le conferiscono

un aspetto sano unitamente a

levigatezza ed elasticità.

Nel corpo umano il 50% dell’acido jaluronico

si trova nella pelle. Con l’invecchiamento,

la capacità della pelle

di produrre acido jaluronico diminuisce,

determinando un calo progressivo

della quantità di tale sostanza. Poiché l’acido jaluronico favorisce il legame

con l’acqua, la capacità cutanea di ritenzione idrica viene anch’essa

diminuita dall’avanzamento dell’età. La pelle tende quindi a

disidratarsi, diventare più sottile e a perdere la capacità di ripristinarsi

assumendo pertanto un aspetto meno giovane.

L’acido Jaluronico esiste in due forme: non reticolato e reticolato o crosslinked.

Per contrastare gli effetti esercitati sulla pelle dall’invecchiamento

naturale e da fattori legati allo stile di vita quali fumo o esposizione al

sole, la reintroduzione di acido jaluronico non reticolato, mediante iniezioni

intradermiche, determina un miglioramento dell’idratazione, del

tono e dell’elasticità cutanei, con riduzione della comparsa di macchie

cutanee.

L’acido jaluronico reticolato è indicato invece per riempire le rughe, per

aumentare il volume delle labbra e per un rimodellamento facciale.

prima dopo

Botulino

Il botulino, indicato per attenuare le

rughe mimiche del viso, viene

consigliato dal medico come

trattamento che consente di avere un

aspetto rilassato e fresco.

Le rughe di espressione vengono

efficacemente trattate dalla tossina

purificata del botulino di tipo A (il nome

commerciale in Italia è Vistabex, negli

USA è botox).

Il trattamento consiste nell’iniettare in specifici punti del viso

quantità minime di botulino, con lo scopo di ridurre la contrattilità

dei muscoli mimici.

Particolarmente efficace per le rughe frontali, interciliari e zampe di

gallina, permette anche un modellamento facciale anti-età ad

effetto lifting.

I risultati sono apprezzabili dopo 4-5 gg, raggiungono un massimo

dopo un mese e durano circa 3 mesi.

Il lifting non chirurgico mediante il botulino si ottiene riducendo la

trazione dei muscoli del sopracciglio che spingono verso il basso;

il risultato è un lifting del sopracciglio cioè, un sollevamento lieve

della coda.

Dai dati della letteratura scientifica non sono registrati eventi

avversi nel 99% delle sedute.

Inoltre, nessun evento avverso è stato valutato come grave o

severo e tutti gli eventi sono comunque reversibili: molto rare le

reazioni allergiche o una lieve ptosi della palpebra superiore che

si risolve completamente in pochi giorni sino a 2 o 3 settimane.

Cefalea, ecchimosi leggeri bruciori tutti reversibili in pochi giorni.

prima dopo

 

 

Ossigeno Ozono Terapia

Utilizza una miscela gassosa composta da piu del 99% da ossigeno, il

resto da ozono. Questa miscela ha la proprietà di stimolare la lipolisi,

allontanare i liquidi in eccesso e riattivare la circolazione.

Come si applica?

si tratta di micro

iniezioni diffuse,

con aghi sottilissimi,

nelle zone

cellulitiche: cosce,

glutei ecc.

Indicazioni:

cellulite diffusa e

localizzata, borse

palpebrali con

edema.

Controindicazioni: ipertiroidismo.

Numero sedute: da 8 a 15 a seconda dello stadio.

Risultati: sono apprezzabili gia dalle prime sedute e consentono di ridurre

efficacemente i cuscinetti e l'effetto"cute a buccia d'arancia".

prima dopo 10 sedute

 

 

Fosfatidilcolina

Fino ad oggi la soluzione piu efficace per eliminare l'adiposità localizzata

è stata la liposcultura , tecnica chirurgica da eseguirsi in sala operatoria,

in anestesia,con un decorso post-operatorio che richiede particolare

attenzione. Esiste ora una nuova metodica che utilizza un farmaco

composto da fosfatidilcolina e acido desossicolico che ci permette di

trattare in maniera efficace questo problema.

La fosfatidilcolina è un fosfolipide derivato dalla soia, l'ac. desossicolico è un

componente della bile; queste sostanze hanno la capacità di emulsificare

cioe sciogliere il tessuto adiposo con cui vengono a contatto. Come si svolge

una seduta? si identifica e si disegna la zona da trattare, quindi dopo

disinfezione, si infiltra mediante aghi piccolissimi alla profondita di un

centimetro direttamente nel tessuto adiposo. Al termine del trattamento si

applica del ghiaccio e una crema lenitiva all'arnica. In genere sono sufficienti

3 o 4 sedute alla distanza di 3 o 4 settimane l'una dall'altra.

Indicazioni: adiposita localizzata regione trocanterica, fianchi, interno

cosce, ginocchio, addome, braccia.

Controindicazioni: allergia alla soia.

Effetti collaterali: edema, arrossamento e pizzicore compaiono gia al

termine della seduta e durano in genere un giorno poi gradualmente

scompaiono; a volte ecchimosi e indolenzimento della zona trattata.

Risultati: efficacia nel 98% dei casi

Vantaggi: niente anestesia, basso costo

 

 

 

Vitamine

Sono sostanze non sintetizzabili dal nostro organismo,

ma fondamentali per mantenere inalterate

nel tempo le capacità di difesa della pelle. Indispensabili

per la sintesi del collagene, la loro

reintroduzione, mediante iniezioni intradermiche,

contrasta l’invecchiamento del viso e dona alla

pelle un aspetto più fresco.


Informativa sulla privacy
Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!